press kit

La band nasce nel 2003 da un'idea del chitarrista e cantante Roberto Usai, già componente del duo cagliaritano Le Blinde, che assieme a Pierpaolo Malafarina, Fabio Talani e Roberto Testa, costituì una prima versione della band, proponendo diverse cover e riarrangiamenti di brani di artisti come De Gregori, De André, Rino Gaetano, Capossela, Modena City Ramblers, Mau Mau, Paolo Conte ecc. La prima stagione estiva del quartetto è davvero incredibile in termini di numeri, 98 impegni in 90 giorni. 

Nell'inverno dello stesso anno i 4 intraprendono strade diverse e la formazione degli Alma diventa un trio con Diego Deiana al Violino e Gianluca Muggianu alla fisarmonica e flauto traverso, ai quali  poco più avanti, si aggiungerà Antonio Manzari al Basso.

Nella Primavera del 2004 Malafarina rientra a far parte della band a cui si unisce Cristiana Dantoni come corista ma soprattutto come performer di danze e coreografie durante l'esecuzione di alcuni brani folk. Si unisce alla band anche il secondo percussionista Marco Sarigu.

Dall'anno seguente inizia a prendere forma quella che sarà la formazione  che salirà sul palco di piazza dei 100 mila per la tappa sarda del Tim Tour vinta appunto dagli Almamediterranea, entrarono a far parte della band Mauro Sanna al basso, Sandro Sacchitella alla batteria, Mario Dinaro al piano e tastiere e Pamela Strazzera come corista e Dimitri Pau all'armonica a bocca.

Sempre nel 2005, subito dopo la vittoria della tappa isolana del Tim Tour, con il brano In mezzo alla tempesta, (brano di Roberto Usai, già pubblicato anni prima con la band Le Blinde), Pau e Dantoni lasciano la band.

La band subirà continue variazioni nell'organico, tra ingressi, uscite e rientri.

La line up stabile che accompagnava Roberto Usai era costituita da Sacchitella, Sanna, Malafarina, Strazzera.

Ma si alternarono molto altri musicisti ecco la lista dei musici che han collaborato con la band fino al 2008

Nel 2006 partecipano a diversi concorsi e festival nazionali quali il Mei Fest Faenza, il Concerto al Roxy Bar by Red Ronnie e il Festival della Canzone D'Autore di Isernia, vincendo il premio della critica. La loro canzone Sardabanda vince il contest Online di Rossoalice e viene pubblicata da BMG Sony; sono poi ospiti di trasmissioni in onda su Rock TV, tra cui Database e SalaProve.

Nel 2006 entra a far parte della band Mauro Martino Pes alla fisarmonica e piano, al posto di Mario Dinaro che rientrerà più avanti.

Nel 2007 il programma radiofonico di Radio 1 Demo trasmette uno speciale a loro dedicato.

Il 2007 è anche l'anno d'uscita del primo lavoro autoprodotto dal titolo Tuttoattaccato, demo che vende circa 2000 copie senza distribuzione né etichetta.

Nel 2008 si unisce alla Sardabanda Giorgio del Rio. Partecipano al festival Primo maggio tutto l'anno e all'IMD (Independent Music Day) organizzato da Francesco Baccini e Povia e nell'estate dello stesso anno suoneranno con lo stesso Baccini.

Nel 2009 entra a far parte del gruppo Santino Cardia e Diego Milia ed esce il secondo album Male Bene, in collaborazione con Arci Sana Records e distribuito da Venus, alla realizzazione del quale hanno partecipato tanti artisti, come Erriquez della Bandabardò, Francesco Moneti Fry dei Modena City Ramblers, Luca Morino dei Mau Mau, Luca Lanzi de la Casa del vento ed altri.

Nel 2010 partecipano al LiveMi, il festival di Milano per gli artisti emergenti e in seguito vincono l'Edison Change the Music - Premio Speciale Web, risultando la band più votata dal pubblico della rete. Premio che consiste nella realizzazione di un videoclip. Le riprese hanno avuto luogo nell'ultima parte di marzo 2011 in provincia di Cagliari.

Ad Aprile eseguono alcune date oltre Tirreno, tra le quali la serata del 9 aprile che li vede sul palco dell'Alcatraz di Milano con i Modena City Ramblers; il 30 aprile dello stesso anno fanno parte dei 10 artisti sardi scelti per la manifestazione Unione Sarda Special Collection Live Show organizzato dall'omonimo giornale sardo e in seguito faranno parte della collana di dischi della manifestazione.

Il 9 dicembre 2011 viene presentato in anteprima il nuovo album dal titolo Popolo di onesti, in uscita il primo mese del 2012. Così come per il precedente Male Bene, sono diverse le collaborazioni che hanno arricchito i brani di quest'ultimo lavoro del gruppo: oltre a vari esponenti del panorama musicale sardo, come il rapper Ruido, fondatore del gruppo Fit Prod e Paolino Secchi, Paolinho, voce dei Train To Roots, ritroviamo Fry Moneti e si aggiunge Davide Morandi, entrambi dei Modena City Ramblers. Contemporaneamente al disco, viene pubblicato il videoclip del brano Il Musicista, girato a Marzo in collaborazione con Edison. L'uscita dell'album è seguita da un tour che fa tappa in diverse città italiane, tra cui Bologna e Urbino per la manifestazione Irlanda in festa; In concomitanza con l'evento appena citato, sono ospiti della trasmissione La Grande Onda, nuovo spazio musicale ideato e condotto da Red Ronnie, in onda sul canale Web TV Roxybar.tv.

Il 2012 è anche un anno di riassestamento all'interno della formazione. A Settembre infatti, il tastierista Mario Dinaro lascia nuovamente il gruppo, questa volta definitivamente; ad Ottobre è la volta dello storico bassista Mauro Sanna, che dopo 8 anni di permanenza decide di lasciare la band. Al suo posto subentra l'omologo Fabio Talani.

Nel 2013 partecipano alla prima edizione del 1M Festival, contest per band emergenti organizzato dal Concerto del Primo Maggio, arrivando tra i 6 finalisti nazionali ed esibendosi a Roma sul palco dello stesso Concertone.

Poco prima della partenza per il Concerto del Primo Maggio Giorgio del Rio lascia la band; al suo posto subentra il cubano Sixto Marquez che fa il suo esordio proprio a Roma. Sarà il primo di una nuova serie di cambiamenti all'interno della line-up sarda: a seguire infatti, lasciano la formazione anche lo storico batterista Alessandro Sacchitella e il bassista Fabio Talani, sostituiti rispettivamente da Emanuele Pusceddu e Gigi Mirabelli. Nel mese di Ottobre 2014 si unisce alla band il chitarrista Fabrizio Lai.

Nel Marzo 2015 esce Sentieri di libertà a cui segue la pubblicazione di tre videoclip: Radical Chic, Disobbedisco e La Taranto del demente.

Nell'Ottobre 2017, Roberto Almo ferma il progetto Almamediterranea fino a data da decidere, i motivi sono molteplici ma alla base vi è la necessità di riscoprire i valori fondanti che hanno tenuto assieme la band per 14 anni.  

Music

video promo

official videoclip

Foto per comunicati

Rassegna stampa

contatti

Management: info@almamediterranea.it

This site was designed with the
.com
website builder. Create your website today.
Start Now
UNIONE SARDA